Nel corso sono presentati i diversi schemi teorici che sono stati via via impiegati per spiegare le determinanti e le conseguenze del commercio internazionale: teoria dei vantaggi comparati, teoria neo-classica dell’equilibrio internazionale, modello Heckscher-Ohlin, economie di scala e modelli non concorrenziali. Viene inoltre brevemente trattato il problema dell’intervento pubblico sul commercio internazionale, con speciale riferimento all’introduzione di un dazio.



Testi consigliati:


1) Dominick Salvatore − Economia internazionale. Teorie e politiche del commercio internazionale. Milano 2016, Zanichelli.

Capitolo I − tutto.
Capitolo II − paragrafi 2.1, 2.2, 2.3, 2,4 (escluso 2.4d) e 2.7.
Capitolo III − paragrafi 3.1, 3.2, 3.4, 3.5 (escluso 3.5e) e 3.6.
Capitolo IV − paragrafi 4.1, 4.2, 4.3, 4.4, 4.5, 4.6 ed appendice A4.6.
Capitolo V − paragrafi 5.1, 5.2, 5.3, 5.5e e 5.6.
Capitolo VIII − paragrafi 8.1, 8.2, 8.3, 8.5 e 8.6.
Capitolo IX − paragrafo 9.4.


2) Paul R. Krugman e Maurice Obstfeld − Economia internazionale. 1. Teoria e politica del commercio internazionale. Milano, Hoepli, 2003.

Capitolo 6 − paragrafi 6.1, 6.2, 6.3 (escluse le pp. 137-139), 6.4 (escluse le pp. 142-144) e 6.5.


3) Paolo Scapparone − Corso di economia internazionale. Appendici matematiche. Pisa, Il Campano, 2017.

Tutti i paragrafi senza asterisco, più i seguenti paragrafi con asterisco: 8, 72, 82, 90.