Il corso intende introdurre lo studente all'apparato teorico-concettuale dell'Economia Industriale, fornendo strumenti per rappresentare e interpretare i principali fenomen e le relative problematiche.

Considerata sino a qualche decennio fa solo una branca della microeconomia, l’economia industriale si è progressivamente concentrata sull’analisi delle forme che i mercati imperfettamente competitivi possono assumere. La teoria dei giochi ha guidato gli studiosi di economia industriale a individuare svariati meccanismi di interazione strategica fra le imprese e tra una impresa ed i suoi consumatori.

Attivato nel II Sementre

Il corso si articola in due parti. La prima parte intende esaminare e fornire un quadro di insieme della storia economica europea a partire dalla Rivoluzione Industriale per giungere sino alla globalizzazione. L’analisi si concentrerà in particolare sui principali passaggi dell’evoluzione storico-economica europea: dalla Rivoluzione Industriale inglese al processo di industrializzazione e crescita economica dell’economia europea tra Ottocento e Novecento, alle cause ed effetti delle guerre mondiali e crisi del ’29, al Piano Marshall e alla ripresa economica del secondo dopoguerra sino all’integrazione europea, al processo di globalizzazione e più recentemente allo scoppio della crisi economica internazionale del 2008. La seconda parte ricostruisce ed analizza i tratti principali della storia economica dell’Italia dal decollo industriale del paese alla fine dell’Ottocento, al fascismo e agli effetti del Secondo conflitto mondiale, per passare, quindi, al miracolo economico degli anni Cinquanta e Sessanta sino alla recessione economica degli ultimi anni.